Milano
Linee guida per la redazione degli smart contract

Mercoledì 24/06/2020



Gli smart contracts rappresentano la più recente novità e sfida nel panorama del diritto contrattuale e degli affari, promettendo di semplificare e automatizzare l’esecuzione delle obbligazioni contrattuali. Siffatti programmi informatici iniziano ad avere riconoscimento giuridico in più Paesi, Italia inclusa, e il loro corretto utilizzo richiede competenze giuridiche ed informatiche. Se è vero che lo smart contract è un software ed è pertanto redatto secondo un linguaggio di programmazione, è anche vero che la individuazione delle condizioni contrattuali, degli effetti attesi e della sua interpretazione è anzitutto una questione legale. Il corso si propone, dunque, di fornire una fotografia degli aspetti concettuali, giuridici e applicativi degli smart contracts, con particolare riguardo alle modalità di corretta redazione, programmazione, lettura e utilizzo di questo nuovo strumento all’incrocio tra software e contratto.

PROGRAMMA


Parte teorica: 
• Principi tecnologici e giuridici base della blockchain 
• Tipologie di Blockchain 
• L’art. 8-ter, commi primo, terzo e quarto, Decreto Semplificazioni 
• Gli smart contracts da Nick Szabo a oggi 
• Decentralised smart contracts: caratteristiche e peculiarità 
• Il problema degli Oracoli 
• L’art. 8-ter, comma secondo, Decreto Semplificazioni 
• Normative straniere 
• Smart contracts e diritto dei contratti 
• Decentralised Autonomous Organisation ed Ecosistemi Decentralizzati  
Parte pratica: 
• Come si scrive uno smart contract 
• Comprendere gli smart contracts su Ethereum: address, Tx e Etherscan 
• Installare un nodo Ethereum e una Testnet 
• Comprendere il linguaggio Solidity: states e functions 
• Sviluppare smart contracts: token fungibile (ERC20) - token non fungibile (ERC721) - fizzy