Milano
La responsabilità civile e penale del datore di lavoro per gli infortuni

Lunedì 18/03/2019



Hotel Galileo - Aula 1
Milano - C.so Europa, 9


La responsabilità civile e penale del datore di lavoro, in materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali, si fonda sull’art. 2087 c.c. e sul D.Lgs. n. 81 del 2008.
La disposizione normativa civilistica, di ampia portata, impone al datore di lavoro, anche dove faccia difetto una specifica misura preventiva, di adottare comunque le cautele generiche di diligenza e di prudenza, nonché di controllare e vigilare che di tali misure sia fatto effettivamente uso da parte del dipendente.
Pertanto, in forza della previsione di cui all’art. 2087 c.c. e delle disposizioni specifiche individuate dalla normativa antinfortunistica, il datore di lavoro è elevato a garante dell’incolumità fisica e della salvaguardia della personalità morale dei prestatori di lavoro.
Il corso ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti utili strumenti per individuare, partendo dai fondamenti normativi e alla luce delle più recenti novità giurisprudenziali, i rischi di responsabilità civile e penale in cui può incorrere il datore di lavoro in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

PROGRAMMA


INFORTUNI SUL LAVORO E RESPONSABILITÀ CIVILE DEL DATORE DI LAVORO

Infortuni sul lavoro e danno biologico
• L’evoluzione della normativa per infortuni sul lavoro 
• Interazioni tra diritto civile e previdenziale
• Risarcimento del danno biologico e danno biologico da infortunio sul lavoro

Obbligo di sicurezza del datore di lavoro
• Fondamento normativo della responsabilità civile del datore
• Dovere di sicurezza nell’ambiente di lavoro
• Nesso di causalità e ripartizione oneri probatori: art. 2087 c.c.
• Condotta del lavoratore e sua rilevanza nell’accertamento del nesso causale

Risarcibilità del danno c.d. differenziale
• Risarcibilità del danno differenziale e quantificazione
• Esonero da responsabilità 

Responsabilità civile del datore di lavoro ed azione di regresso dell’istituto assicuratore
• Natura, presupposti e limiti dell’azione di regresso
• Soggetti passivi
• Limite civilistico all’azione di regresso
• Prescrizione e decadenza

INFORTUNI SUL LAVORO E RESPONSABILITÀ PENALE DEL DATORE DI LAVORO

Premesse giuridiche. La normativa di riferimento
• La posizione di garanzia e l’obbligo giuridico di impedire l’evento
• L’art. 2087 c.c.
• Il D.Lgs. n. 81 del 2008

Individuazione del soggetto responsabile
• Il datore di lavoro. Definizioni
• Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione
• Il committente e l’appaltatore
• La delega di funzioni

L’accertamento del nesso di causalità tra l’evento e la condotta del datore di lavoro
• La condotta abnorme ed esorbitante del lavoratore
• La lenta trasformazione dal modello “iperprotettivo” a quello “collaborativo”

L’elemento soggettivo del reato
• La sottile distinzione tra la colpa cosciente ed il dolo eventuale
• Il caso Thyssenkrupp

La responsabilità amministrativa da reato delle società
• I presupposti applicativi
• L’esenzione dalla responsabilità per l’ente

Casi pratici
• Quando la condotta del lavoratore esclude la responsabilità del datore di lavoro