WEBINAR
La scelta e l'adattamento degli istituti del sovraindebitamento nell'emergenza sanitaria ed economica

Lunedì 13/07/2020



La decretazione di emergenza si è completamente disinteressata del sovraindebitamento: il decreto liquidità ha permesso la rimodulazione delle scadenze del concordato preventivo e ha bloccato le procedure prefallimentari fino al 30 giugno 2020. Eppure anche i sovraindebitamenti pendenti dovranno essere riscadenzati, e quelli già aperti dovranno trovare strumenti per adattarsi alle nuove esigenze di chi ha perso il lavoro, ha subito una riduzione di fatturato oppure non può più adempiere alla proposta omologata.

Il webinar si propone di schematizzare le soluzioni pratiche per modificare le domande di sovraindebitamento depositate a cavallo delle misure di contenimento, e di verificare se vi siano percorsi per ricalibrare le scadenze delle proposte già ammesse e la misura del mantenimento disposta nelle liquidazioni del patrimonio aperte prima di marzo 2020.
Verranno anche illustrate le proposte di legge e le prospettive di entrata in vigore del Codice della Crisi in materia.

Dopo l’illustrazione di ciascun argomento teorico seguirà un breve confronto con il docente con la possibilità di formulare quesiti. E’ prevista una pausa durante il webinar.

PROGRAMMA


• Il sovraindebitamento tra legge 3/2012 e Codice della crisi, difficoltà applicative e prospettive
• I piani e gli accordi depositati e non ammessi prima della pandemia
• I piani e gli accordi depositati e ammessi prima della pandemia
• I piani e gli accordi omologati prima della pandemia
• La risoluzione della proposta per inadempimento connesso al blocco delle procedure esecutive
• La sospensione delle vendite della prima casa e la liquidazione del patrimonio
• Il sovraindebitamento come strumento di welfare nella crisi economica da Covid 19