Milano
L'accertamento tecnico preventivo in materia sanitaria

Venerdì 08/11/2019



L’art. 8 della legge 8 marzo 2017, 24 (c.d. legge Gelli-Bianco) ha introdotto nel nostro ordinamento un istituto che presenta punti di contatto con alcuni istituti preesistenti, ma anche elementi di assoluta novità: si tratta dell’accertamento tecnico preventivo che costituisce condizione di procedibilità della domanda di risarcimento danni da responsabilità sanitaria.
Il corso mira ad approfondire le numerose questioni interpretative poste dalla nuova disciplina e a fornire indicazioni operative utili ad affrontare al meglio questo tipo di procedimento e la successiva fase di merito.
Si analizzeranno in modo approfondito le condizioni di procedibilità dell’azione di responsabilità nei confronti dell’esercente la professione sanitaria anche con raffronto analitico del rapporto tra il nuovo istituto e l’istituto della mediazione.
L’incontro si contraddistingue per il taglio operativo ed interattivo, che consentirà ai professionisti di formulare quesiti e di riflettere sulle problematiche più ricorrenti nella pratica professionale.

PROGRAMMA


Requisiti di forma e di contenuto del ricorso per ATP
Il procedimento di ATP
- ambito di applicazione
- la partecipazione delle parti
- la scelta del c.t.u
- l’attività del c.t.u.
- il termine perentorio
- tempi e modalità di svolgimento della fase conciliativa
La regolamentazione delle spese del procedimento e la liquidazione del
compenso del c.t.u.
L’alternatività della mediazione
Rapporti tra ATP e giudizio di merito successivo
- giudizio sommario o giudizio ordinario
- rilievo della mancanza della condizione di procedibilità
- la fase successiva