Roma
Misure di allerta e indicatori della crisi: prassi e strumenti operativi

Lunedì 27/01/2020



Conference Center Sala di Rienzo - Sala Baronci
Roma - Piazza Cola di Rienzo 80/a


Il successo nella rilevazione dell’allerta e nella gestione della crisi dipende dalla conoscenza e dal rispetto del nuovo articolato insieme di regole, vincoli e strumenti; ciò comporta un inevitabile cambiamento culturale che coinvolge diversi attori: le imprese e gli organi di controllo delle stesse, i gestori della crisi, i creditori e i collegi dell’OCRI.
L’incontro, analizzando nel dettaglio le misure di allerta, si sofferma in particolare sui profili operativi al fine di individuare potenzialità e precauzioni tese al superamento di alcuni stati di crisi.

POSSIBILITÀ DI ACQUISTO COMBINATO CON IL TESTO RANALLI "LE MISURE DI ALLERTA" AL COSTO DI € 240,00 + IVA € 46,42 entro il 12 gennaio 2020.
Per usufruire di questa offerta contattateci allo 02/38089419 o all'indirizzo e-mail formazione@giuffrefl.it

PROGRAMMA


Impresa, assetti organizzativi, allerta e gestione della crisi
I nuovi assetti organizzativi
- L’ambito decisionale nel quale vanno pensati
- Ruolo del consiglio di amministrazione (e degli amministratori delegati)
- Ruolo del Collegio sindacale
- Ruolo del revisore contabile
Il concreto funzionamento degli assetti
- Che cosa sono gli assetti
- Loro relatività alla dimensione e complessità dell’impresa
- Gli assetti e il controllo di gestione
- Gli input e gli output degli assetti: la misurazione degli indicatori della crisi
- La dialettica fra gli organi sociale in merito ai segnali di allerta
Gestione dell’allerta
- Dialettica fra organi e disposizioni di legge
- La corretta interpretazione dei segnali di crisi
- La scelta del contenitore giuridico
- (Soluzione concordata avanti all’OCRI)
- Piano attestato stragiudiziale
- Accordi di ristrutturazione del debito
- Concordato preventivo
- La nuova liquidazione giudiziale
I corollari della crisi
- Il nuovo procedimento unitario
- Le misure cautelari
- La Durata dei procedimenti
- Le Difficoltà di switch fra procedure
- Il nuovo ruolo dei professionisti della crisi nel rapporto con l’impresa
- La corretta scelta del percorso/contenitore