SALERNO
GLI INDICATORI DELLA CRISI DI IMPRESA: PRASSI E STRUMENTI OPERATIVI

Giovedì 12/12/2019



Tra le novità più rilevanti introdotte dal nuovo codice della Crisi d’impresa (Dlgs 14/2019) c’è la cosiddetta “procedura di allerta”, che è volta a consentire un’emersione precoce della crisi al fine di evitare la progressiva dispersione del patrimonio aziendale e di soddisfare, al meglio, la massa dei creditori. La procedura di allerta è stata introdotta dal legislatore per far sì che le imprese adottino, in maniera del tutto autonoma e prima di ricorrere ad una qualsiasi delle procedure concorsuali previste, tutte le soluzioni occorrenti per rimuovere le cause della crisi mediante la riorganizzazione dell’attività aziendale.
Diviene indispensabile l’adozione di un Sistema di allerta, considerato un pilastro per la salvaguardia del patrimonio e della continuità aziendale.
L’adozione di un Sistema di allerta non è obbligatoria ma la mancata adozione comporta:
• impossibilità di accedere a tutti gli strumenti di composizione della crisi;
• responsabilità penale e civile illimitata per organo amministrativo;
• responsabilità penale e civile illimitata per gli Organo di Controllo.

POSSIBILITÀ DI ACQUISTO COMBINATO CON IL VOLUME "RANALLI" AL COSTO DI € 245,00.
Per usufruire di questa offerta contattateci allo 02/38089419 o all'indirizzo e-mail formazione@giuffrefl.it

PROGRAMMA


- Crisi d’Impresa: novità di maggiore rilievo e ambiti applicativi

- Le nuove responsabilità dell’Amministratore, del Sindaco, del Revisore e del Professionista attestatore

- Il Sistema di allerta e gli indicatori emanati dal CNDCEC: funzionamento e deroghe

- Gli strumenti indispensabili del Controllo di gestione: dall’analisi degli indici e flussi finanziari alla contabilità analitica, al budgeting ed al reporting trimestrale

- Analisi di un Framework finalizzato alla rilevazione dei falsi positivi e falsi negativi