Milano
Documentazione antimafia e codice degli appalti

Lunedì 17/06/2019



Hotel Galileo - Aula 3
Milano - C.so Europa, 9


Obiettivo del corso è di offrire agli operatori pratici un quadro esaustivo della disciplina tecnica in modo da poter applicare in modo corretto la normativa di settore, alla luce delle ultime modifiche introdotte dal codice antimafia e codice degli appalti.
Inoltre, ci sarà un'analisi dettagliata di sentenze e pareri del Consiglio di Stato sulle questioni più spinose inerenti ai controlli delle procedure di affidamento.

PROGRAMMA


LA DOCUMENTAZIONE ANTIMAFIA
- La comunicazione antimafia
- L’informazione antimafia (in specie, la c.d. interdittiva antimafia)
- Presupposti applicativi
- Differenze tra i due istituti
- Soggetti sottoposti alla verifica antimafia
- Il procedimento e le garanzie partecipative
- I rimedi giurisdizionali
- Termini per il rilascio e validità della documentazione antimafia
- La sentenza della Corte Costituzionale n. 4 del 2018
- Gli effetti dell’interdittiva antimafia

LE FASI E I CONTROLLI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO
- le cause di esclusione dell’art. 80 del codice degli appalti (d.lgs. n. 50 del 2016)
- le fasi delle procedure di affidamento
- il Documento di Gara Unico Europeo (DGUE)
- la richiesta facoltativa di documentazione in corso di gara
- la fase di verifica del possesso dei requisiti in capo all’impresa aggiudicataria
- l’art. 32 del codice dei contratti pubblici e le norme del codice antimafia
- il ritardo nell’acquisizione della documentazione antimafia
- la sopravvenienza di interdittiva antimafia
- la revoca dell’aggiudicazione
- la risoluzione o la conservazione del contratto
- Banca dati nazionale unica della documentazione antimafia

ANALISI DETTAGLIATA DI SENTENZE E PARERI DEL CONSIGLIO DI STATO
SULLE QUESTIONI PRINCIPALI DELLE PRECEDENTI DUE SESSIONI


L’ISTITUTO DEL CONTROLLO GIUDIZIARIO
- natura ed effetti
- presupposti generali dell’art. 34 bis
- l’occasionalità dell’agevolazione criminosa
- rapporti con l’amministrazione giudiziaria
- rapporti con il commissariamento prefettizio
- rapporti con l’interdittiva antimafia e col processo dinanzi al giudice amministrativo
- le prime applicazioni giurisprudenziali

LE MISURE STRAORDINARIE DI GESTIONE, SOSTEGNO E MONITORAGGIO
- Il d.l. 24 giugno 2014, n. 90, conv., con modificazioni, dalla l. 11 agosto 2014, n. 32
- le misure straordinarie dell’art. 32: anticorruzione e antimafia
-l’ordine di rinnovazione degli organi sociali
- la straordinaria e temporanea gestione dell’impresa
-il sostegno e il monitoraggio dell’impresa
- il procedimento; poteri e obblighi del prefetto
- rapporti con l’interdittiva antimafia
-rapporti con il controllo giudiziario