Milano
Le novità in materia di custodia e ordine di liberazione nell’espropriazione immobiliare

Giovedì 28/03/2019



Hotel Brunelleschi - Aula 2
Milano - Via Flavio Baracchini 12


La L. n. 12/2019 è intervenuta significativamente sulla materia dell’esecuzione forzata immobiliare mediante una nuova, pressocché integrale, modifica dell’art. 560 c.p.c. dedicato alla custodia ed all’ordine di liberazione.
La riforma incide sulle modalità di custodia dell’immobile pignorato che sembrano adesso affidate in “cogestione” al custode ed allo stesso debitore, cui viene riservata la inedita possibilità di locare l’immobile su autorizzazione del tribunale.
Ci troviamo di fronte ad una svolta rispetto al precedente trend di interventi di riforma che miravano ad assicurare prima di tutto l’efficienza della espropriazione forzata: con la più recente novella si assiste, piuttosto, ad una tutela del diritto di abitazione del debitore esecutato.
Il corso si svolgerà in forma dialogica proprio per offrire agli operatori della materia risposte e possibili soluzioni ad una serie di problematiche pratiche derivanti dall’integrale sostituzione dell’art. 560 c.p.c. ad opera della L. n. 12 del 2019 che dispone modalità diverse di attuazione dell’ordine di liberazione rispetto a quelle introdotte dalla L. n. 118/2016.
Pertanto, l’obiettivo principale dell’incontro è quello di supportare i professionisti di fronte all’alternativa tra l’utilizzo di due modelli diversificati e succedutisi nel tempo sui quali non vi è una presa di posizione del legislatore.

PROGRAMMA


L’ART. 560 C.P.C. TRA PRASSI VIRTUOSE E RIFORME NORMATIVE
- Il ruolo del custode giudiziario nel sistema ante 2006
- Le “buone prassi” dei giudici dell’esecuzione
- La riforma confermativa del 2016
- I nuovi obiettivi della novella del 2019

LA CUSTODIA
- Il sistema “tradizionale”
- Le novità introdotte. La co-gestione del bene da parte del debitore e del custode
- La stipula dei contratti di locazione
- Il pagamento dei canoni
- Il rendiconto
- La visita dell’immobile da parte dell’esperto stimatore
- La visita dell’immobile da parte dei potenziali offerenti

I PRESUPPOSTI PER L’EMISSIONE DELL’ORDINE DI LIBERAZIONE

- Le diverse interpretazioni dell’art. 560, comma 3, c.p.c. nella precedente formulazione
- L’intervento mediante circolare del CSM
- La riforma del 2019:
a) ordine di liberazione per gli immobili adibiti ad abitazione del debitore;
b) ordine di liberazione per gli immobili in possesso del debitore non adibiti ad abitazione;
c) ordine di liberazione nei confronti dei terzi occupanti sine titulo

ORDINE DI LIBERAZIONE TRA ESECUZIONE ED ATTUAZIONE
- Il sistema ante 2016 - L’attuazione dell’ordine di liberazione da parte del custode nella a seguito del d.l. n. 59 del 2016: implicazioni e questioni problematiche
- Il silenzio dell’art. 560 c.p.c. nella formulazione novellata dalla l. n. 12 del 2019: prime ipotesi interpretative
- L’incerta “sorte” dei beni mobili rinvenuti in loco al momento della liberazione

REGIME DELL’ORDINE DI LIBERAZIONE
- Gli orientamenti tradizionali
- La modifica dell’art. 560 c.p.c. di cui al d.l. n. 59 del 2016 ed il problema della tutela dei terzi detentori
- L’abrogazione delle previsioni introdotte nel 2016 da parte della l. n. 12 del 2019: un ritorno al passato?